Il “Divin Codino”, l’uomo capace di puntare in alto

Il 26 maggio esce su Netflix il film ispirato alla vita di Roberto Baggio, alias “Il Divin Codino”. Un tentativo che delude la critica sportiva a causa dell’eccessiva esemplificazione del talento di un calciatore leggendario, ma che lascia una certa sete di esplorare la carriera del numero 10 dell’Italia attraverso le teche storiche del calcio italiano.
26 Maggio 2021
News
Roberto Baggio, il Divin Codino

Di sicuro Roberto Baggio, nonostante il suo talento fuori dal comune, a causa dei suoi infortuni, non ha vissuto una carriera felice, eppure è considerato uno dei giocatori più amati in Italia, oltre ad aver vinto due Scudetti, una Coppa Italia e una Coppa Uefa. Partecipa, inoltre, a tre diversi Mondiali (Italia ’90, USA’94, dove sfiora la coppa perdendo la finale ai calci di rigore contro il Brasile, e Francia 98). Nel 1993 vince il Fifa World Player e il Pallone d’oro con la maglia bianconera della Juventus.

Roberto Baggio e il suo Pallone d’oro del 1993


Resilienza

La forza di Roberto Baggio risiede nella sua resilienza: cade e si rialza, sempre. Ma se la forza fisica lo rimette in piedi, quella mentale trae origine dalla fede buddista e da una fame di appartenenza e di riconoscimento troppo ignorata a causa di suo padre, personaggio burbero e decisamente anaffettivo nei confronti di suo figlio, convinto di stimolare in questo modo l’etica per l’impegno.

In parte è riuscito nell’impresa, ma i rapporti tra Roberto Baggio e gli allenatori, vissuti come figure paterne, continuavano incessantemente a corrodersi. 

Gli anni al Brescia

Fu proprio Carlo Mazzone, a quei tempi allenatore del Brescia, a costruirgli un gioco di squadra ritagliato su misura per Baggio. Per la prima volta avvertì dai suoi compagni una grande stima e fiducia: finalmente sentì di “appartenere” a qualcosa. Fu onorato immediatamente con la fascia da Capitano, giocò dal 2000 al 2004, segnò 45 gol e al termine della sua carriera la dirigenza del Brescia ritirò la maglia numero 10

“Carletto” Mazzone e Roberto Baggio durante un allenamento

Baggio a 37 anni entra nella leggenda del calcio non solo grazie alla stima della sua squadra, ma di tutto il pubblico che ha imparato a perdonare quel maledetto calcio di rigore contro il Brasile. In fondo il Divin Codino ha sempre puntato più in alto!
Forse è proprio questo il senso della fede: credere nell’impossibile!

Roberto baggio, sport

Servizi

Web

Realizzazione e gestione di siti web, e-commerce, blog e portali di informazione.

Social

Gestione dei canali Social: Facebook, Instagram, Twitter, YouTube.

SEO

Tutti i nostri progetti web sono seo-oriented, ovvero ottimizzati per la ricerca su Google e gli altri motori di ricerca principali.

Google ADS

Gestiamo campagne di Google ADS ovvero la pubblicità sul motore di ricerca Google.

Grafica

Realizzazione logo e immagine coordinata. Grafica per web, volantini, locandine e biglietti da visita.

Editoria

Editing completo di libri (revisione, impaginazione, copertina), riviste e fumetti (lettering).

Eventi

Organizzazione e promozione di eventi e spettacoli teatrali, attività di ufficio stampa e comunicazione.

Formazione

Corsi di formazione di gruppo o individuali su tutte le aree di nostra competenza qui riportate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Racconta la tua storia.


Noi raccontiamo storie comuni, di fallimento e di successo, e lo facciamo perché queste storie ispirano noi e i nostri clienti.

Sono storie di coraggio, ci aiutano a comprendere che non siamo mai davvero soli quando affrontiamo le sfide della vita: in qualche luogo o in qualche tempo, esiste o è esistito qualcuno che si trova nella nostra stessa situazione.

Questa sensazione si trasforma in empatia, in relazione… e ci fa sentire meno soli. Siamo interconnessi, siamo strade che si incrociano continuamente.  Le storie viaggiano lungo queste strade.

Possiamo continuare a correre ma possiamo anche fermarci, di tanto in tanto, per comprendere chi si muove insieme a noi. Noi siamo disposti a fermarci per ascoltare la tua storia, se hai voglia di farlo anche tu… fermati e raccontacela.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per restare aggiornato sulle storie e i casi studio dei nostri clienti.