Al confine tra finzione e realtà

Andrea David, blogger tedesca, ha avuto una trovata davvero geniale. Andrea inserisce scene iconiche dei film che hanno fatto la storia del cinema contemporaneo all’interno dei luoghi reali in cui esse sono state girate.
Moreno Sangermano
4 Novembre 2020
News

Qualche esempio?

L’opera d’arte che Andrea realizza è una creatura ibrida che vive al confine tra finzione e realtà. L’osservatore è come ipnotizzato dinanzi a questo scontro interdimensionale, sbalordito dall’ambiguità generata dall’accostamento di due immagini che, prese singolarmente, non avrebbero mai raggiunto una tale potenza comunicativa.

Le terre desolate di Game of Thrones, i giovani maghi di Harry Potter.

Ma anche cult della fantascienza come Ritorno al Futuro, ET L’extraterrestre di Steven Spielberg o Matt Damon in Piazza San Marco, a Venezia, in una scena de Il talento di Mr. Ripley...

La sua gallery è coinvolgente ed emozionale: i film sono quelli che hanno segnato la nostra esistenza, scandito i nostri momenti migliori (a volte anche i peggiori) e dunque in qualche modo ci ricordano continuamente di noi e di come eravamo, o in quale stato eravamo, quando abbiamo visto un determinato film.

“Finzione e fantasia arricchiscono la nostra realtà. I luoghi reali acquisiscono un fascino speciale attraverso la cultura pop, che desidero divulgare con le mie foto. Alcune persone sono ispirate a viaggiare, altre a rivedere i film, altre ancora si immergono nella nostalgia”.

Ha dichiarato in una recente intervista apparsa su Repubblica.

Neanche il lockdown e la quarantena ha fermato l’intraprendenza di questa artista che ha trovato nuove e originali soluzioni per proseguire con la sua personalissima linea editoriale:

La forza di un’idea si vede anche da questo. Quando un’idea è davvero potente, quando lo è nel profondo… non riesci a fermarla facilmente.

Tutte le foto sono di proprietà di filmtourismus.de

Arte, Fotografia, Social

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per restare aggiornato sulle storie e i casi studio dei nostri clienti.


© 2020 Musa Studio.
Privacy and Cookie Policy.

Contatti